Comunicati

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie policy

 

Cookie
I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l'esperienza di utilizzo di un sito.
Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive.
Oppure possono servire per fare dei "sondaggi anonimi" su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali.
I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma "variabile=valore" (esempio: "dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente.
Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

Cookie indispensabili
Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

Performance cookie
Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web.
Utilizzando il sito l'utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità
I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall'utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l'utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC
Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato.
Alcuni browser consentono la "navigazione anonima" sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la "navigazione anonima" consultare la documentazione del browser utilizzato.

Google Analytics
Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.
Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en



Roma, 16 gennaio - "Ennesima lettera di minaccia ad Enrico Mentana, direttore attento e sopratutto preparato che non ha mai fatto sconti a nessuno. La solidarietà e la vicinanza nei confronti del giornalista e di tutto il tg La7 è un dovere, soprattutto perché ormai sono troppo numerosi i casi di aggressioni, non solo verbali, a cronisti e reporter. La politica degli attacchi all'informazione va fermata e con forza, senza se e senza ma".

Lo dice Elisabetta Gardini, capo della delegazione di Forza Italia al Parlamento europeo. (AdnKronos)

 



Roma, 16 gennaio - "Cinquant'anni fa Jan Palach si dava fuoco a Praga per protestare contro l'oppressione comunista. Dobbiamo ricordare la sua storia e ricordare che bisogna sempre lottare per la libertà. E onorare la sua memoria".

Così l'europarlamentare e capogruppo di Forza Italia, Elisabetta Gardini, su Facebook.

 



Milano, 15 gennaio - "Dopo 37 anni di fughe, dopo non essersi mai pentito per i terribili reati commessi Cesare Battisti, al suo primo giorno di carcere, fa appello all'umana pietà. Dice di essere cambiato, di essere malato. Dovrebbe essere in isolamento, invece le sue parole vengono diffuse quasi a dipingere un personaggio 'nuovo', diverso da quello che si è goduto la vita da latitante sulle spiagge dell'America latina irridendo i familiari delle vittime e tutta l'Italia. È questione di pudore. Rimane uno spietato assassino. Se è davvero cambiato, come dice, si limiti a scontare la sua pena a vita, in silenzio e senza far più parlare di sé".

Così in una nota l'europarlamentare e capogruppo di Forza Italia, Elisabetta Gardini. (LaPresse)

 



Roma, 15 gennaio - "Tutti infastiditi con il nasino arricciato all’insù. Battisti sarebbe dovuto arrivare nelle patrie galere docciato e profumato, e soprattutto sgattaiolando dalla porta di servizio. Ma perché andava bene mostrarlo sbeffeggiante in tutti i Tg quando brindava alla faccia nostra e adesso invece non va più bene? Credo sia giusto che come Paese ci siamo concessi qualche ora di soddisfazione collettiva. Sono sicura che alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine, impegnati ogni giorno con sacrificio e generosità, faccia piacere che si sottolinei l’importanza del loro lavoro anche con la presenza delle Istituzioni e quindi dei ministri! Smettiamola di fare i signorini bon ton ogni volta che si tratta di nascondere i misfatti del comunismo e dintorni!!!".

Così il Capogruppo di Forza Italia all’Europarlamento, Elisabetta Gardini. (LaPresse)

 



Roma, 14 gennaio - "Benvenuto a Luigi Di Maio, che pensa di scoprire l'acqua calda denunciando che ci vorrebbe una sede unica del Parlamento Europeo. Il capo dei 5Stelle, coadiuvato dal prode Di Battista, prima di dar fuoco alle trombe dovrebbe informarsi, prendere in mano uno dei dossier aperti da 20 anni, come quello che vede Strasburgo votare almeno tre volte l'anno per la sede unica".

Così il capogruppo di Forza Italia all'Europarlamento, Elisabetta Gardini.

"Purtroppo - aggiunge - lo dico al vicepremier, per approvare un cambio del genere, ci vuole l'unanimità e basta un 'no', per esempio quello della Francia (unica nazione con parlamentari europei che ci tengono a venire a Strasburgo), a mandare tutto all'aria. La sede è onerosa? Sì. Ma sono cose già dette. Di Maio trovi qualche argomento nuovo oppure convinca l'amico Macron". (AdnKronos)

 



Roma, 13 gennaio - "È insopportabile leggere ancora cose come quelle scritte su Facebook da Christian Raimo. Insopportabile che questo delirio venga dalla penna di uno che insegna in un liceo. Quando smetteremo di dare ai nostri figli questi pessimi maestri? Il presidente del III Municipio di Roma Giovanni Caudo non ha niente da dire sulle esternazioni del suo assessore alla cultura Raimo?".

Così il capogruppo di Forza Italia all'Europarlamento Elisabetta Gardini. (DIRE)

 



Roma, 13 gennaio - "Battisti arrestato! Una bella notizia! Finalmente tornerà in Italia a scontare la sua pena. Le vittime, i loro familiari, l'Italia tutta hanno aspettato veramente troppo. Troppi ambienti in troppi Paesi lo hanno aiutato. A partire da tanti 'intellettuali' della gauche francese! Un plauso va alle nostre forze dell'ordine, all'Interpol e all'AISE per il coordinamento e la professionalità che hanno portato a questo grande risultato".

Così il capogruppo di Forza Italia all'Europarlamento Elisabetta Gardini. (Dire)

 



Roma, 13 gennaio - "Caro Ferrero ti sbagli di grosso. Solo il tuo amico 'compagno' Lula ha difeso e protetto Battisti. Il Presidente Bolsonaro si è mosso in perfetta continuità con il governo precedente. Deve esserti sfuggito qualcosa. Il decreto di estradizione del terrorista italiano, infatti, è stato firmato il 14 dicembre scorso dal presidente Michel Temer, dopo la decisione della Corte suprema brasiliana di revocare il divieto di estradizione deciso da Lula. Come vedi non c'è più nessun pasticcio processuale. Battisti finalmente verrà in Italia a scontare quella pena che quelli come te gli hanno evitato per 40 anni".

Così il capogruppo di Forza Italia all'Europarlamento Elisabetta Gardini. (AdnKronos)

 



Roma, 12 gennaio - "Ci sono valori e disvalori e una scuola che assolva al proprio compito di istruire ed educare non può abdicare a far comprendere la differenza tra ciò che è bene e ciò che è male. Cosa c'entra dunque Sfera Ebbasta coi ragazzi? E allora chi ha autorizzato una festa - poi trasformata in strage con ben 6 morti - che coinvolge 5 istituti scolastici ad avere come rapper un personaggio che istiga all'uso di sostanze stupefacenti ? Credo che il ministro dell'istruzione dovrebbe intervenire con una circolare durissima e ritengo che si debba fare chiarezza".

Così Elisabetta Gardini capogruppo di Forza Italia all'Europarlamento.

"È ipocrita - aggiunge - attribuire le morti al rapper. Ciascuno si assuma le proprie responsabilità a partire dalle istituzioni: il provveditore ad esempio ha qualcosa da dichiarare? Sapeva di questa locandina che oggi il giornale online www.spraynews.it ha scoperto e che era appesa nelle scuole? Perché lo leggiamo solo oggi?". (AdnKronos)

 



Roma, 12 gennaio - “Forte e’ il grido che si leva oggi dalla piazza Sì Tav a Torino. Amministratori locali, imprenditori e società civile, insieme, hanno chiesto che l’Italia non torni indietro sulle infrastrutture e non resti fanalino di coda rispetto agli altri partner internazionali. Una forza di Governo non puo’ non ascoltare questo grido e bene ha fatto la Lega ad essere in piazza. Di Maio non può essere sordo. Nel contratto di governo non c’è scritto nessun MAI come ha oggi pronunciato Di Battista intriso di propaganda”.

Così Elisabetta Gardini capogruppo di Forza Italia all’Europarlamento. (Dire)