Home

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie policy

 

Cookie
I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l'esperienza di utilizzo di un sito.
Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive.
Oppure possono servire per fare dei "sondaggi anonimi" su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali.
I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma "variabile=valore" (esempio: "dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente.
Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

Cookie indispensabili
Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

Performance cookie
Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web.
Utilizzando il sito l'utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità
I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall'utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l'utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC
Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato.
Alcuni browser consentono la "navigazione anonima" sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la "navigazione anonima" consultare la documentazione del browser utilizzato.

Google Analytics
Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.
Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en



 (DIRE) A Porto Marghera, Eni ha trasformato "una raffineria convenzionale in una bioraffineria per produrre bioprodotti di alta qualita' e si sta attrezzando per trasformare in carburante rifiuti di scarto, come oli esausti e grassi utilizzati in ambito agroalimentare". E cio' e' particolarmente meritevole perche' "i biocarburanti saranno fondamentali per rendere piu' ecologici i nostri trasporti, inclusi quelli marittimi e via aerea". Lo afferma Elisabetta Gardini, capogruppo di Forza Italia in Parlamento europeo e membro della Commissione Envi (commissione del Parlamento europeo per l'Ambiente, la Sanita' pubblica e la Sicurezza alimentare), visitando oggi lo stabilimento Eni a Porto Maghera, Venezia, che e' "il primo esempio al mondo di trasformazione di una raffineria in una bioraffineria".

Attualmente l'impianto e' alimentato ad olio di palma certificato e da altri oli come, ad esempio, quelli utilizzati per la frittura alimentare. Da questi "carburanti naturali" la bioraffineria produce gasolio verde, nafta verde, Gpl verde e, in futuro, produrra' anche bio jet fuel. "Come membro della commissione Ambiente del Parlamento europeo continuero' a sostenere una politica comunitaria capace di supportare l'innovazione e incoraggiare tutte le tecnologie per garantire un trasporto pulito", conclude Gardini.

 





 







(LaPresse) - "In questo momento di dolore, una preghiera va alle vittime di Londra e un pensiero particolare alle forze di polizia per il loro straordinario lavoro e coraggio. Uccidono, inneggiano all'odio e creano instabilità, ma non riusciranno mai a portarci via la nostra storia, le nostre radici e la nostra democrazia!".

Così in una nota l'europarlamentare e capogruppo di Forza Italia Gardini.



Security Days di Forza Italia

clicca sull'immagine per maggiori informazioni
e materiale informativo

 


Intervista a Il Tempo del 5 marzo 2017
di Gian Marco Chiocci
 
Presidente Berlusconi, cominciamo dall'attualità. Negli ultimi giorni alcune inchieste hanno sfiorato fedelissimi e familiari dell'ex premier Matteo Renzi. Da "esperto" del tema, crede si possa parlare di persecuzione giudiziaria? Oppure Renzi, viste le indiscrezioni sulle indagini, avrebbe il dovere di chiarire?
«Non augurerò mai ad un avversario politico di essere vittima del sistema di persecuzione giudiziaria del quale sono stato vittima io. Tra l'altro Renzi non è neppure indagato. Battere Renzi è un compito che tocca a noi, proponendo soluzioni migliori delle sue e dimostrando agli italiani che siamo più adatti del Pd a governare il Paese.
La magistratura faccia le indagini che ritiene di compiere, ma la politica non c'entra nulla con questo. E poi la presunzione di innocenza vale per tutti, anche per le persone vicine a Renzi».
Intanto in Parlamento sta per arrivare la mozione di sfiducia contro il ministro Luca Lotti...
«Sono e rimango un garantista anche quando le vicende riguardano un avversario politico. Il principio della presunzione di innocenza per me vale nei confronti di chiunque. Lo ripeto ancora una volta, non condivido l'utilizzo della giustizia come strumento di lotta politica. Voglio anche ricordare che, al di là di ogni considerazione sul caso specifico del ministro Lotti, Forza Italia non ha mai votato la sfiducia individuale ad un ministro, nella convinzione che tale istituto sia una forzatura del principio costituzionale e democratico secondo il quale la responsabilità del governo è sempre collettiva».
A proposito di inchieste e scissioni (e soprattutto di scissioni finite non benissimo), il primo nome che viene alla mente è quello di Gianfranco Fini. Anche alla luce degli sviluppi politici e giudiziari, che idea si è fatto del suo ex delfino?
«Su Fini ho poco da dire. Il suo fallimento è politico. Gli elettori hanno punito con giusta severità il suo ruolo nell'incruento colpo di stato che ha fatto cadere il nostro governo. Fini è venuto meno, per ragioni che non so capire, al compito storico della destra italiana. Questo lo ha messo ai margini della vita pubblica. Il resto sono pettegolezzi o - se vi sono reati - lo sapremo alla fine di un procedimento giudiziario».
Il Pd ha avviato l'iter che porta al congresso. Si sente più sollevato perché le elezioni si allontanano o più preoccupato all'idea della paralisi che potrebbe colpire governo e Parlamento in attesa che si chiariscano i nuovi rapporti di forza nel partito di maggioranza relativa?
«Sinceramente trovo surreale che i media, mentre gli italiani hanno problemi drammatici, diano così tanto spazio agli equilibri congressuali del Pd. Agli italiani poco importa la posizione di Renzi o di Bersani, di Emiliano odi Orlando, importano i problemi drammatici che devono affrontare ogni giorno, dalla povertà alla disoccupazione al fisco soffocante, dalla paura per la sicurezza all'allarme per l'immigrazione clandestina. Questo è quello che ho definito più volte "teatrino della politica": come possiamo aspettarci che gli elettori abbiano fiducia in una classe politica che vive solo per regolare i propri conti e gestire i propri interessi?».



L'abolizione del roaming per i consumatori europei a partire da metà giugno è assicurata: le tre istituzioni europee, Parlamento, Consiglio e Commissione hanno raggiunto, nella notte, un accordo sui prezzi all'ingrosso che gli operatori si applicano tra di loro per offrire i servizi di roaming. Era l'ultimo tassello mancante per consentire allo stop dei costi aggiuntivi quando si va all'estero di entrare in vigore, come precedentemente deciso, a metà giugno.